Lettori fissi

sabato 12 aprile 2014

DONNE NELLA STORIA - CONTESSA DU BARRY

Ve la ricordate la Contessa Du Barry del cartone Lady Oscar?


La "perfida" contessa che nel cartone ce la aveva a morte la regina Maria Antonietta?


Bene, allora sappiate che è un personaggio storico realmente esistito e che così come nel cartone anche nella realtà è stata l'amante del re Luigi XV.

(immagini prese dal web)

Figlia di una donna povera e di padre ignoto nacque in Lorena, venne educata in un convento e all'età di quindici anni si trasferì a Parigi.
La sua bellezza venne notata dal nobile Jean du Barry (1763), di cui divenne l'amante.
L'aristocratico l'aiutò a inserirsi negli ambienti dell'alta società parigina e lei per "ringraziarlo" (se così possiamo dire) sposò poi il fratello, il conte Guillaume du Barry.

In seguito fu notata da re Luigi XV e, dopo un annullamento d'ufficio del matrimonio, fu presentata a corte il 2 aprile del 1769, all'età di 25 anni.

È rimasta famosa l'avversione dell'allora Delfina Maria Antonietta nei suoi confronti. Le persone di rango inferiore non potevano rivolgere la parola per prime agli appartenenti a un rango superiore: forte di questa prerogativa, Maria Antonietta non rivolse mai la parola alla Du Barry. Le due donne si parlarono per la prima e unica volta su espresso ordine del re il 1º gennaio 1772 a Versailles, in occasione dei tradizionali scambi di auguri per il nuovo anno.

Alla morte di Luigi XV nel 1774, la contessa fu costretta ad abbandonare Versailles. Era infatti usanza dettata dall'etichetta che il sovrano, in punto di morte, per poter ricevere la confessione e la purificazione dell'anima, si congedasse dalle amanti, le quali erano costrette ad abbandonare la corte.

Fu arrestata e ghigliottinata dai rivoluzionari l'8 dicembre 1793 in Place de la Révolution, l'odierna Place de la Concorde, con l'accusa di aver cospirato contro la Repubblica.



Fonte Wikipedia.
Per maggiori informazioni:
http://it.wikipedia.org/wiki/Marie-Jeanne_B%C3%A9cu,_contessa_Du_Barry

mercoledì 9 aprile 2014

sabato 5 aprile 2014

PASTA IN ROSA

Ben ritrovate a tutte voi; pensavate che fossi scomparsa di nuovo?
No tranquille è che per riprendere il ritmo , per così dire "normale", mi ci è voluto un pò.

Oggi volevo proporvi questa ricetta per una pasta veloce da fare e assolutamente deliziosa.
Prendete della passata di pomodoro e fatela scaldare a fuoco lento con un filo di olio e un pizzico di sale.


Aggiungete 200 ml di panna da cucina


e amalgamate bene il tutto fino ad ottenere una bella cremina di colore ROSA.


Cuocete la pasta e conditela con la "salsa in rosa" e .... BUON APPETITO.


domenica 30 marzo 2014

RIECCOMI TRA VOI DOPO ....

.... un lungo periodo di assenza.
Sono già 19 giorni che manco dal mio blog e dai vostri a "causa di forza maggiore", sono stata molto molto impegnata con il lavoro.
Spero, ora che le acque si sono calmate, di riuscire a tornare a postare con regolarità e sopratutto a recuperare tutti i lavori che avevo in corso, sennò come faccio a colpire tutti gli obiettivi che mi ero ripromessa per il 2014?

Vi saluto e ci vediamo presto con nuove realizzazioni.

martedì 11 marzo 2014

ALFRED HITCHCOCK - GLI UCCELLI

Ed eccoci qui dopo MARNIE a parlare del film GLI UCCELLI, sicuramente inieme a PSYCO uno dei dei più noti di Hitchcock e sicuramente quello più terrificante.

(immagine presa dal web)

Uccelli che colpiscono, scompaiono e poi di radunano nuovamente.
Mi sono sempre chiesta se avessero usato uccelli veri oppure no ... e voi?
Guardando gli extra presenti sul dvd ho scoperto che hanno utilizzato: uccelli veri non ammaestrati, uccelli ammaestrati, uccelli meccanici e uccello finti ...  insomma in bel mix

                                                        (immagine presa dal web)

E' stato sicuramente uno dei film più difficili da realizzare dal punto di vista tecnico, anche perché non c'erano gli effetti speciali di oggi.
Per alcune scene sono stati utilizzati effetti e macchinari della Walt Disney, mentre in altre scene gli uccelli erano legati con uno spago addosso all'attore che aveva in testa dei semi per far si che questi tentassero di colpirlo alla testa;  in questi casi gli uccelli avevano il becco legato con un filo speciale per evitare che facessero male agli attori.
Cari animalisti state tranquilli,  gli uccelli erano sotto stretto controllo della lega protezione animali che andava spesso sul set.

                                                        (immagine presa dal web)


Questo film è ricco di scene notissime dal mondo del cinema:

La scena di lei chiusa nella cabina

                                                        (immagine presa dal web)

la scena di lei, fuori della scuola quando gli uccelli si radunano sul castello (quella che io amo di più in assoluto)

                                                        (immagine presa dal web)

                                                        (immagine presa dal web)

la scena finale del film quando scappano dalla casa

                                                        (immagine presa dal web)

Una cosa che mi ha sempre incuriosito e il perché questi uccelli hanno deciso di attaccare le persone,  nel film non si dice perché Hitchcock lo ha voluto lasciare libero all'interpretazione di chi lo guarda.
Io una mia teoria me la sono fatta,  secondo me è colpa dei pappagalli portati a BODEGA BAY dentro una gabbietta.


E voi che dite? Avete qualche teoria a riguardo?

sabato 8 marzo 2014

UN PICCOLO CIONDOLO PER IL PORTA CHIAVI

Buon Sabato e buona festa della donna a tutte voi.


(immgine presa dal web)


Io oggi non riuscirò a festeggiare perchè sono a lavoro, però volevo comunque fare un piccolo post per mostrarvi un ciondolo che ho realizzato da attaccare al portachiavi.


Spero che vi piaccia.

mercoledì 5 marzo 2014

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...